Napuli

À prupositu di Wikipedia
Jump to navigation Jump to search
Napuli
Veduta da u parcu urbanu di i Camaldoli
Nome ufficiale: Napoli
Blasone
Statu: Flag of Italy.svg Italia
Regione: Blank.gifRegione-Campania-Stemma.svgBlank.gif Campania
Pruvincia: Template:IT-NA
Cuurdinate: 40° 51' 22" N - 14° 14' 47" E
Altitudine: 17 m
Superificia: 117,27 km²
Pupulazione: 962.162 ab.
Densità: 2.630,5 ab./km²
Merre: Luigi De Magistris
Codice pustale: da 80100 à 80147
Codice ISTAT: 063049
Indicativu tel.: 081
Nome di l'abitanti: napulitani, partenupei
Santu patrone: San Gennaru è altri 50 cumpatroni
Festa patrunale: 19 settembre
Situ ufficiale
Napuli Veduta da u parcu urbanu di i Camaldoli
Pusizione di Napuli Veduta da u parcu urbanu di i Camaldoli in Italia

Napuli (Nàpule in napulitanu, prununzia ˈnɑːpulə o ˈnɑːpələ) hè una cumuna taliana di 962.162 abitanti, capilocu di l'omonima cità metropulitana è di a regione Campania.

Terza cumuna in Italia pè pupulazione, Napuli hè trà e più pupulose è densamente appupulate aree metropulitane di l'Unione europea. [1]

Fundata da i Cumani in u VIII seculu a.C., fù trà e cità più impurtante di a Magna Grecia, grazie à u raportu privilegiatu cun Atene, è esercitò una nutabile influenza cummerciale, culturale è religiosa nant’à e pupulazione italiche circunvicine tantu da diventà a sede di a scola epicurea di Filudemu di Gadara è Sirone. Dopu u crollu di l'Imperu rumanu, in u VIII seculu a cità furmò un ducatu autonomu indipendente da l'Imperu bizantinu; in seguitu, da u XIII seculu è pè circa seicentu anni, fù capitale di u Regnu di Napuli; cù a Risturazione diventò capitale di u Regnu di e Duie Sicilie sott’à i Borbone finu à l'Unità d'Italia. Pè mutivi culturali, politichi, storichi è suciali hè stata, da l'evu anticu finu à i ghjorni nostri, una di e cità principale di l'Occidente.

Sede di l’Università di i Studii di Napuli Federicu II, a più antica università statale d'Europa, ospita altresì l'Orientale, a più antica università di studii sinolugichi è orientalistichi di u cuntinente è a Scola militare "Nunziatella", una di e più antiche accademie militare à u mondu, eletta patrimoniu storicu è culturale di i Paesi di u Mediterraniu da a parte di l'Assemblea parlamentare di u Mediterraniu. Locu di origine di a lingua napulitana, hà esercitatu è esercita un forte rollu in numerosi ambiti di u sapè, di a cultura è di l'imaginariu cullettivu à livellu naziunale è internaziunale.

Centru di a filosufia naturalistica di u rinascimentu è centru illuminista di livellu europeu[2], hè stata à longu un puntu di riferimentu globale pè a musica classica è l'opera attraversu a scola musicale napulitana, dendu, trà l'altru, origine à l'opera buffa.

Cità da l'impunente tradizione ind’è l’ambitu di l’arte figurative, chì affonda e proprie radiche in l'età classica, hà datu locu à muvimenti architettonichi è pitturali originali, cum’è u rinascimentu napulitanu è u baroccu napulitanu, u caravaggisimu,[3] a scola di Pusillipu è u Liberty napulitanu è dinù à arte minore ma di impurtanza internaziunale, cum’è a purzellana di Capudimonte è u presepiu napulitanu.

Hè à l'origine di una forma distintiva di teatru, di una canzona di fama mundiale è di una particulare tradizione culinaria chì cumprende alcuni alimenti chì assumenu u rollu di simbuli glubali, cum’è a pizza napulitana, è l'arte di i so pizzaioli chì hè statu dichjaratu da l'UNESCO patrimoniu immateriale di l'umanità.

In u 1995 u centru storicu di Napuli hè statu ricunnusciutu da l'UNESCO cum’è patrimoniu mundiale di l'umanità, pè i so eccezziunali munumenti, chì testimunieghjanu a successione di culture di u Mediterraniu è di l'Europa. In u 1997 l'apparatu vulcanicu Somma-Vesuviu hè statu elettu da a stessa agenzia internaziunale (cun u vicinu Miglio d'Oro, in cui ricadenu dinù i quartieri urientali di a cità) trà e riserve mundiale di a biosfera.

Note[mudificà | edità a fonte]

  1. Secondu e varie stime, l'area metropulitana di Napuli, analizata da un puntu di vista puramente urbanisticu, cumprende trà i 3.7 è i 5 milioni di abitanti; a cifra cambia secondu i dati à cui si face riferimentu
  2. Napuli, una capitale è u so regnu, Aurelio Musi, Milanu, Touring Editore, 2003
  3. Catalogu di a mostra Caravaggio è caravaggeschi, chì si hè tenutu à u Palazzu Reale da u 10 di ferraghju à u 20 marzu 1963.