Capinera

À prupositu di Wikipedia
Andà à: Navigazione, Ricerca
A capinera
Sylvia atricapilla male 2.jpg
Sylvia atricapilla
Classificazioni scentifica
Regnu Animalia
Divisioni Chordata
Classa Aves
Ordini Passeriformes
Famiglia Sylviidae
Genaru Sylvia
Nome binuminali
Sylvia atricapilla
Linnaeus, 1753
Sylvia atricapilla no.JPG

A capinera (Sylvia atricapilla) hè un aceddu chì faci parti di a famiglia di i Sylvidae. U so nomu venu da u fattu cà u so capu hè neru. Di fatti, solu u capu di u masciu di a capinera hè neru. U sopra di u capu di a femina di a capinera hè brunu o russicciu. Par u più, u piumamu hè grisgiu. I piulacona s'assumigliani prima à a femina. A capinera hè longa 13 cm. Pesa da 15 à 20 grammi. Pò campà sin'à setti anni. A capinera mangna frutti è baghi, è ancu bruga, moschi, è altri insetti. U nidu hè custruitu in arbusti bassi è ci sò diposti da 3 à 6 ova.

Tassunumia[mudificà | edità a fonte]

L'ova di a capinera

Sò stati discritti i siguenti sottuspezii di capinera:

In Corsica[mudificà | edità a fonte]

I piulacona in u nidu

A capinera hè cumuna in Corsica. A variità prisenti in l'isula hè Sylvia atricapilla pauluccii, chèi si trova dinò in Sardegna, l'isuli Baleari, a Tunisia, l'Italia è a Sicilia.

Citazioni[mudificà | edità a fonte]

A capinera hè stata mintuvata calchì volta in a litteratura è u cantu corsu. Par asempiu:

In a chjosa di li Pera
Tù la senti a capinera !
  • in L'urticellu di Santu Casanova: Dentru una aliva vechja ci era un caravone duva una capinera facia tutti l’anni u so nidu.

Rifarenzi[mudificà | edità a fonte]

  • Della Foata, Paulu Matteiu, 1973, "Poesie Giocose in lingua vernacula della pieve d'Ornano"
  • Thibault, Jean-Claude, Les oiseaux de Corse - L'acelli di Corsica, PNRC, 1983 (in francese)
  • Versini, Saveriu, Parolle di Corsica, 2001, DCL

Liami[mudificà | edità a fonte]

Da veda dinò[mudificà | edità a fonte]