Vai al contenuto

21 nuvembri

À prupositu di Wikipedia
(Reindirizzamentu da 21 di nuvembri)
Uttrovi - Nuvembri - Dicembri
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

U 21 nuvembri hè u 325esimu ghjornu (u 326esimu ghjornu s'è l'annata hè bisesta) di u calendariu gregorianu.

Evenimenti[mudificà | edità a fonte]

Nascite[mudificà | edità a fonte]

Morte[mudificà | edità a fonte]

Celebrazione[mudificà | edità a fonte]

Feste[mudificà | edità a fonte]

Prisentatione di Maria Vergine.

A Prisentazione di Maria Vergine à u Tempiu hè l'ufferta chì Maria, sempre zitella, fece di a so persona à u Signore, cù a decisione di passà a so vita - sinu à u matrimoniu - à pregà in u Tempiu di Ghjerusalemme.

A festa di a Prisentazione era celebrata da u seculu XII in a Chjesa greca. L'annu 1372, u papa Gregoriu XI l'hà intrudutta in a Chjesa latina è, in u 1585, Sistu Quintu l'hà stesa à tutta a Cristianità.

A ghjunta di Maria Vergine à u tempiu hè stata riprisentata da parechji pittori, soprattuttu taliani: Giotto, Taddeo Gaddi, Ghirlandaio, Carpaccio, Cima de'Conegliano, u Tiziano, Benvenutu de'Giovanni, Pinturicchio è Signorelli.[1]

I Santi[mudificà | edità a fonte]

Santu Demetriu

Demetriu hè un santu russiu natu in Ucrania, à Chieve, fattu frate à l'età di 17 anni è mortu vescu di Rostove u 24 nuvembre 1709. Hè l'autore di un libru intitulatu "Fior di i Santi", impurtante pè a litteratura russia quant'è pè a religione.

Quand'ellu fù stampatu u primu di i quattru vulumi, l'imperatore Petru Magnu li mandò, in ricumpensa, duie pelliccie di volpe. U patriarca di Mosca ùn pobbe fà di menu chè di dalli a so benedizione, ma u scrittu di Demetriu, chì parlava di l'Immaculata Cuncezzione è altre teurie rumane, li cunvenia pocu.

Petru Magnu averebbi vulsutu ch'ellu parti à evangelizà a Siberia ma Demetriu dumandò a grazia di ùn andà in issi paesi deserti è freddosi duv'ellu ùn ci era biblioteche. U poveru frate ùn era fattu per girandulà. U so piacè era u studiu è a cuntemplazione. Vedendulu cusì disgraziatu, l'imperatore rinunciò à i so prugetti è u fece vescu di Rostov, una dioccesi duve i preti, stupidi è briaconi, ùn rispettavanu u secretu di a cunfessione è avianu moglie è figlioli chì ùn sapianu ciò ch'ella era a cumunione.

Demetriu era chjuculettu, magrentinu, mezu zimbu, capellibiondu cù una barba pinzuta. Troppu bravu, ùn era capace di amministrà una dioccesi. Cuntinuvò à scrive è, in u 1705, era publicatu u quartu vulume di "Fior di i Santi". Quattru anni dopu, l'anu trovu mortu in dinochje nantu à u so lettu.

Etimolugia: da u gr. "Déméter" (nome di una divinità).

Nomi: Demetre, Demetrio, Demetriu, Demetrius, Dimitri, Dmitri.[2]

In Corsica[mudificà | edità a fonte]

Ligami[mudificà | edità a fonte]


I mesi di l'annu
Ghjennaghju - Ferraghju - Marzu - Aprile - Maghju - Ghjugnu - Lugliu - Aostu - Settembre - Uttobre - Nuvembre - Dicembre