Mari Articu

À prupositu di Wikipedia
Andà à: Navigazione, Ricerca
Profilu batimetricu di u Mari Articu

U Mari Articu (o Mare Articu) (abbriviazioni diffusi in u linguaghju cumunu: "Mari Glaciali Articu", "Articu"; "Mari Articu") o Uceanu Glaciali Articu (abbriviazioni cumuni: "Uceanu Articu", "Articu") hè un mari o un uceanu situatu intiriamenti in a rigioni di u Polu Nordu è contrappostu à i mari antartichi di l'emisferu sudu. A litteratura di divulgazioni scentifica hè infatti ambigua: parechji fonti u definiscini un mari,[1][2][3] altri un uceanu. L'Urganisazioni Idrugrafica Internaziunali (massima autorità internaziunali in u duminiu idrugraficu) u cunsidareghja parò un uceanu.[4]

L'ambiguità trà uceanu è mari ùn hà micca solu un valori tupunumasticu ma ancu giugraficu: in casu di mari l'Uceanu Atlanticu hà un'estinsioni maiori in quantu cumprendi ancu u Mari Glaciali Articu.

Tupunumastica[mudificà | edità a fonte]

A dinuminazioni "Mari Glaciali Articu" fù data da Charles Pierre Claret de Fleurieu in u 1797. In u 1845 a Riali Sucità Giugrafica di Londra aduttò a dinuminazioni "Arctic Glacial Ocean" (in corsu "Uceanu Glaciali Articu").[5]

Discrizzioni[mudificà | edità a fonte]

Idrugrafia[mudificà | edità a fonte]

Un iceberg in u Mari Articu

L'uceanu Articu accupa un bacinu apprussimativamenti circulari è si stendi annantu à un'aria di circa 14 090 000 k.

Guasi rinchjusu da a terra ferma è dunqua riintranti trà i mari meditarranii, stu mari hè circundatu da i terri di Auropa, Asia, Nordamerica è Gruinlandia (par un tutali di 45 389 km di linii di costa), è da numarosi isuli. À i so bordi si trovani parechji mari periferichi: Mari di Barents, Mari di Beaufort, Mari di i Ciukci, Mari di Kara, Mari di Laptev, Mari Sibirianu Uriintali, Mari di Lincoln, Mari di Wandel, mari di Gruinlandia, Mari Biancu è u Mari di Nurvegia.

Una dursali sottumarina, a dursali di Lomonosov, dividi u Mari Glaciali Articu in dui bacini: quiddu Euruasiaticu (o di Nansen), chì hè prufondu da 4 000 a 5 450 m, è quiddu Nordamericanu, prufondu circa 4 000 m. A tupugrafia di u fondu uceanicu hè marcata da dursali, pianuri abissali, fossi è bacini.

Carattaristichi di l'acqui[mudificà | edità a fonte]

Cambiamenti in u ghjacciu trà 1990–1999

U maiò flussu di acqua in intrata veni da l'uceanu Atlanticu, grazia à u currenti nurvegesu, chì scorri longu a costa di l'Eurasia. Altra acqua entri da l'uceanu Pacificu à traversu u Strettu di Bering. A maiò parti di l'acqua in isciuta passa à traversu u currenti uriintali di a Gruinlandia. A tampiratura è a salinità varieghjani sicondu i staghjoni, siguendu a furmazioni è u sciuglimentu di i ghjacci. U ghjacciu gallighjeghja nantu à a superficia di l'acqua, incù un spissori mediu di m (incù punti occasiunali di 10 m). A crostula di ghjacciu raddoppia i so probbii diminsioni d'inguernu, inglubendu parti di a terraferma circustanti. L'iceberg si staccani da u cunfini di a banchisa, è navigheghjani pianamenti versu u sudu, sciugliendu si.

Vita marina[mudificà | edità a fonte]

Orsu biancu in u Capu Churchill (Parcu naziunali di Wapusk, Manitoba, Canada)

In u mari glaciali articu sò prisenti spezii à risicu trà i quali l'alefanti marinu è a balena,[6] oltri à altri mammiferi (pinnipedi) è pesci; trà l'invirtibrati hè nota a grandi Medusa criniera di lionu, prisenti in u mondu sopra à u 42º parallelu Nordu.[7]

L'ecusistema hè quantunqua fragili è lentu a ricustituiscia si in seguitu à scunvuglimenti.

A vegetazioni maghjuramenti diffusa hè quidda di u fiturubu, chì improda i nutrienti purtati à u mari da i fiuma è da i currenti pacifichi è uceanichi. L'assenza di luci in u periodu inguirnali è u stratu di ghjacciu prisenti sopra l'acqua rendini difficiuli u sviluppu di i pianti; eppuri d'istati hè pussibuli par i pianti di crescia è effittuà a fotosintesi par periodi più prulungati.[8]

Clima[mudificà | edità a fonte]

U ghjacciu copri a maiò parti di a superficia di u mari par tuttu l'annu, è par via di cunsiquenza i tampiraturi sò sottu à zeru par a maiò parti di u tempu. L'Articu hè una forti surghjenti di aria freta chì si movi versu l'equatori, scuntrendu in u so passaghju aria più calda à i medii latitudini è pruvuchendu piuviti è nivati. A so pusizioni pulariu faci ch'hè l'inguernu hè longu è par a maiò parti in l'oscurità. In 'ssu periodu, u tempu hè fretu stabili è u celi generalamenti pulitu. D'istati, a notti si riduci guasi à zeru, ma a radiazioni sularia maiori ùn faci micca alzà mori i tampiraturi. U tempu hè nibbiosu, incù debuli cicloni chì portani acqua è nevi.

Fusioni di i ghjacci[mudificà | edità a fonte]

Incù l'aumentu di a cuncintrazioni di anidridi carbonica in l'atmusfera terrestra è u finominu cunsiguenti di riscaldamentu glubali sottu forma di effettu serra, a parta da u seculu scorsu è insin'à i ghjorna d'oghji si custatta una fusioni prugrissiva di i ghjacci artichi in vulumu è u so ritiru in estinsioni. Trà u 1979 è u 2006 l'estinsioni di i ghjacci artichi s'hè glubalamenti ridutta di u 25%, mediamenti ogni annu 100 000 k di ghjacciu si sdrughjini è ùn si riformani micca duranti l'inguernu. In u 2009 una squatra di scentifichi imprudendu un mudernu mudeddu climaticu è siguendu unu scenariu di inguinamentu mediu hà stimatu ch'hè trà u 2100 in u mari Articu tutti i ghjacciali sarani fusi.[9][10]

U Polu Nordu soffri di un bucu in l'ozonu simili a quiddu più cunnisciutu di u Polu Sudu, ma più chjucu.

Ecunumia[mudificà | edità a fonte]

I porti principali di stu mari sò i cità russii di Murmansk è Arcangelo in Russia, Churchill in Canada, è Prudhoe Bay in Alaska (USA). A navigazioni spessu hè pussibuli solu d'istati, quandu u ghjacciu lascia libara una parti di l'acqua. Sò à spessu nicissarii navi spiciali rompighjacciu, chì sò capaci di apra si a via in un stratu di ghjacciu gallighjanti, finch'è quistu sii abbastanza suttili. U Passaghju à nordu-punenti (nantu à i costi nordu di u Canada è di l'Alaska) hè statu tiatru di famosi splurazioni.

U Mari Glaciali Articu hè ancu strategicamenti impurtanti, essendu a via più corta trà u Nordamerica è a Russia; esistini stazioni è basi scentifichi in a zona a Ny Alesund in l'isuli Svalbard, Nurvegia.

Noti[mudificà | edità a fonte]

  1. Cfr. u lemma "Articu, Mari Glaciali" annantu à l'anciclupidia Treccani.it.
  2. Cfr. u lemma "Àrticu, Mari Glaciali" annantu à l'anciclupidia Sapè.it.
  3. Cfr. u lemma "Articu (Mari Glaciali)" nantu à a Nova anciclupidia univirsali Rizzoli-Larousse, vol. II, pp. 219-220.
  4. (in inglesu) Urganisazioni Idrugrafica Internaziunali. Limits of oceans and seas. Monti-Carlo: Imp. Monégasque, 1953.
  5. AA.VV., Anciclupidia Motta, Milano, Federico Motta, 1960.
  6. Errore Lua in package.lua alla linea 80: module `Modulo:Citazione/Suggerimenti' not found.
  7. (EN) redOrbit.com, Lion's Mane Jellyfish in «Reference library».
  8. (EN) Terry Whiteledge, Physical Nutrients and Primary Productivity in «NOAA ocean explorer - Arctic Expedition 2002». URL consultato il 22 ghjinnaghju 2011.
  9. Artico, ghjacci in priculu "Spariranno da u 2100", Repubblica.it, 15 marzu 2009. URL consultato il 15 marzu 2009.
  10. [http://www.il missaghjeri.it/articulu.php?id=50684&sez=HOME_SCIENZA Ambiente: da u 2010 u mari Glaciali Articu firmarà ogni istati senza iceberg], IlMessaggero.it, 15 marzu 2009. URL consultato il 15 marzu 2009.

Bibliugrafia[mudificà | edità a fonte]

  • Neatby, L. H., Discovery in Russian and Siberian Waters (1973)
  • Ray, L., and Stonehouse, B., eds., The Arctic Ocean (1982)
  • Thoren, Ragnar, Picture Atlas of the Arctic (1969).