Ripublica Corsa

À prupositu di Wikipedia
Jump to navigation Jump to search
A Corsica in 1757

A Ripublica Corsa fù un Statu suvranu istituitu di nuvembri 1755 in Corsica, quandu Pasquali Paoli pruclamò l'indipindenza di l'isula da a Ripublica di Ghjenuva. U stessu Paoli minutò a Custituzioni di a Corsica, rivucata da i francesi quandu cunquistàni l'isula in u 1769, chì fù a prima custituzioni à u mondu scritta sicondu i principii di l'Illuminisimu, è cumprindia a prima implemintazioni di u votu feminicciu. A ripublica criò un' amministrazioni, una magistratura è una armata probbia.

Premissi[mudificà | edità a fonte]

Primi muvimenti rivuluziunarii[mudificà | edità a fonte]

Fora di parechji brevi è isulati periudi, a Corsica facia parti di a Ripublica di Ghjenuva da u 1284, quandu era stata suttratta à a Ripublica di Pisa incù a vittoria ghjinuvesa in a Battaglia di a Meloria. Malgradu a sottumissioni, a sucità corsa firmeti sempri opposta à u feudalisimu è à l'upprissioni capitalistica.[1] In u XVIII seculu, incù l'avventu di l'Illuminisimu, l'ideali corsi d'indipindenza divintò più acutu è in 1729 ci funi i primi muvimenti rivuluziunarii, favuriti da i gravi cundizioni ecunomichi in i quali si truvavani l'isulani è da u modu dispoticu incù u quali i ghjinuvesi guvirnavani. Di marzu fù sacchighjata Bastia è di nuvembri i patriotti numinàni cummandanti Luigi Giafferi, Andria Ceccaldi, l'abati Raffaelli è Ghjacintu Paoli, u babbu di Pasquali.

Ghjenuva ùn riiscì micca à cuntrullà a summossa è chjamò in aiutu i truppi di l'imperatori tedescu Carlu VI, chì sbarcàni nantu à l'isula in u 1731. A guerriglia cuntinuò finu à u 1736, quandu i truppi imperiali firmàni una treva incù i ribeddi accurdendu li cuncissioni garantiti da l'imperatori. Ma l'accordi ùn funi micca rispittati da i ghjinuvesi è i cumbatti ripresini. Di ghjinnaghju di u 1735, l'avvucatu corsu Bastianu Costa scrissi un abbozzu di custituzioni par un novu Statu indipindenti.

Regnu di Corsica[mudificà | edità a fonte]

U Rè Tiadoru

Parechji esiliati corsi scuntràni u militaru è avvinturieri tedescu Theodor Stephan von Neuhoff, chì uffrì à a causa isulana u so probbiu appoghju è quiddu di i truppi di u Bey di Tunisi Abu l-Hasan 'Ali I. In cambiu, in casu di successu, chersi d'essa numinatu rè di u novu Statu. Sbarcò incù i truppi tunisiani di marzu 1736 annantu à l'isula, è u mesi dopu istituì a munarchia custituziunali incù a so capitali in Cervione è assunsi u nomu di rè Tiadoru I. Dopu à un periudu in u quali stesi l'influenza di i corsi in l'internu di l'isula, a prupaganda ghjinuvesa chì u denigrava è a mancanza di sbocchi nantu à u mari, cuntrullati da i ghjinuvesi, da induva fà parta i merci prudutti, u custrinsini à lascià l'isula in cerca d'aiuti di nuvembri 1736, punendu di fattu fini à u so regnu. Von Neuhoff avaria pruvatu in vanu di ripiglià u puteri in l'anni dopu.

A lotta indipendentista quantunqua ùn cissò micca, è à parta da u 1737 i ghjinuvesi si sirvitini di l'aiutu di i francesi chì, cummandati da u marchesi di Maillebois, riiscini à pona fini à a rivolta in 1740. I capi di a ribellioni funi esiliati è in particulari Ghjacintu Paoli si rifughjò à Napuli incù u figliolu Pasquali. L'anni dopu, i francesi guvirnàni l'isula par contu di i ghjinuvesi, circhendu in vanu di dà capu à l'esigenzi di i naziunalisti corsi, chì truvàni appoghju è aiuti ind'è u Regnu di Sardegna. In u cunflittu chì opposi Ghjenuva à u Regnu di Sardegna, cumbattutu in u quatru di a guerra di succissioni austriaca, i patriotti corsi sustinitini i turinesi.

Fundazioni[mudificà | edità a fonte]

Bustu di Paoli in l'Isula Rossa incù l'annu d'intrata in vigori di a Custituzioni di a Corsica

In u 1752, i patriotti corsi ricusàni i riformi pruposti da u guvarnadori francesu è incaricàni Ghjuvan' Petru Gaffori di dà vita à un guvernu altirnativu. L'annu dopu Gaffori fù assassinatu è a righjenza di u guvernu pruvisoriu fù affidata à Climenti Paoli, u quali invitò Pasquali Paoli à vultà in a so patria. Pasquali avia passatu parti di a so ghjuvantù à Napuli è era intrutu in l'Armata di i Dui Sicilii incù u babbu Ghjacintu, è avia sviluppatu a so educazioni umanista sottu à l'insignamenti di u filosofu Antonio Ghjinuvesi. Turratu in Corsica in u 1755, d'aprili Paoli si prisintò à l'assamblea naziunali corsa com'è diputatu di Morosaglia è, di lugliu, fù elettu generali in capu di a Nazioni Corsa à a nova assamblea tinuta à u Cunventu di Sant' Antonu di Casabianca.

Un di i primi obiettivi ch'è si punitini i capi di i ribeddi fù a furmulazioni di a Custituzioni di a Corsica, chì fù elaburata in i mesa successivi à l'insidiamentu di u guvernu par essa appruvata da l'assamblea custituenti è prumulgata di nuvembri. A nova custituzioni si basava nantu à a struttura istituziunali cuncessa è scarsamenti rispittata da i ghjinuvesi, parfizziunendu la è migliurendu la. Duvendu puri adattà si à a situazioni d'emergenza, d'isulamentu giugraficu, di guerra è d'assenza d'un veru ricunniscimentu internaziunali di u novu Statu ch'edda istituiscìa è rigulava, cuntribuì à renda Paoli moltu pupulari in l'ambienti alluminati di tutta l'Auropa è trà i culoni inglesi ribeddi chì pochi anni dopu avariani datu vita à i Stati Uniti d'America è à a so Custituzioni prumulgata in 1787.

A Custituzioni còrsa attirò l'attinzioni di tutta l'Auropa par a so eccezziunali carica innuvativa è in seguitu Paoli chersi a cullaburazioni di Jean-Jacques Rousseau par parfizziunà la. U filosofu di Ginevra avaria scrittu cusì in 1764 u so Prugettu di custituzioni par a Corsica.

Sempri in i primi mesa di vita di a Ripublica, u novu guvernu duviti affruntà una longa lotta contru à i dissidenti vidati da Emanuele Matra, appughjati da i francesi è opposti à l'alizzioni di Paoli, riiscendu à sottumetta li di nuvembri. Matra fù esiliatu ma l'adirenti à u so muvimentu cuntinuàni par parechji anni à oppona si incù l'armi à a Corsica di Paoli.

Riformi è ustilità contru à i ghjinuvesi[mudificà | edità a fonte]

Ritrattu di Pasquali paoli

Dopu à una seria d'azzioni militari furtunati, Paoli scacciò i ghjinuvesi da tutta l'isula fora di parechji picculi cità custieri. Si missi cusì à u travagliu par urganizà u guvernu, intruducendu mori riformi. Fundò a prima università di l'isula in a capitali Corti.[2] Criò in u 1757 l' "Ordini di Santa Devota", chì ebbi una vita brevi, in onori di a patrona di l'isula Santa Devota.[3]

Fù furmatu un parlamentu naziunali, chjamatu Dieta, cumpostu da diligati eletti in ogni distrittu è in carica par trè anni. U suffraghju fù stesu à tutti l'omini d'ità supiriori à 25 anni.[4] Tradiziunalamenti, i donni aviani sempri vutatu in l'alizzioni di paesi par l'alizzioni di u pudistà, di i membri di u cunsigliu di l'anziani, è di ufficiali lucali,[5] è si riteni ch'è eddi ebbini u drittu à u votu ancu in l'alizzioni naziunali duranti a ripublica.

A Ripublica cuniò in u 1761 à Muratu i so probbii muneti, annantu à i quali era incisa a Testa Mora, simbulu tradiziunali di a Corsica. Trà i riformi in u campu ecunomicu ci fù a bonifica di i tarreni paludosi, rializata incù l'intruduzioni di parechji culturi, trà i quali quidda di a pomu, è u sviluppu di a marina marcantili, effittuatu ancu in un scopu anti-ghjinuvesu. I pruciduri rilativi à l'urdinamentu ghjudiziariu funi accilirati. In u campu militaru, a ripublica ottensi parechji successi nantu à u mari contru i ghjinuvesi è fù in gradu di rispinghja l'offriti di paci ch'è i stessi ghjinuvesi fecini in u 1761.[2]

L'idei di Paoli riguardu à indipindenza, dimucrazia è libartà ottensini u sustegnu di filosofi com'è Jean-Jacques Rousseau, Voltaire, Raynal è Mably.[6] A pubblicazioni in u 1766 di u libru An Account of Corsica di James Boswell resi Paoli famosu in l'Auropa sana. A ripublica ottensi u ricunniscimentu diplumaticu da parti di u Bey di Tunisi.[7]

Invasioni francesa[mudificà | edità a fonte]

I ghjinuvesi cunsidaravani l'isula inguvernevuli è chersini aiutu à i francesi chì, in virtù di u Trattatu di Compiègne d'aostu 1764, sbarcàni nantu à l'isula è rimpiazzàni i ghjinuvesi in i lucalità chì ùn erani ancora cascati in manu à i corsi. L'avvinimentu scatinò i prutesti di l'isulani, chì riclamàni u so drittu probbiu à l'indipindenza è cuntinuàni l'incursioni contru i ghjinuvesi. L'ultima impresa di a Marina militara ripublicana fù a suttrazzioni à i ghjinuvesi di l'isula di Capraia in 1767. Stancata da 40 anni di cunflitti incù l'isulani, Ghjenuva vinditi i so probbii dritti nantu à a Corsica à a Francia incù u Trattatu di Versailles di u 1768.[2]

I cumbattenti còrsi difesini strenuamenti a ripublica da l'ingerenza francesa ma, nonustanti l'aiutu ch'eddi ricivitini da a Gran'Britagna, ùn riiscini micca à cunsirvà l'indipindenza. Dighjà fiaccati da a Battaglia di Borgu di u 1768, aiani da succomba di maghju 1769 in a Battaglia di Ponti Novu[2] à forzi enurmamenti supiriori à u cummandu di u conte de Vaux. Dopu à a scunfitta, Paoli fù custrettu à rifughjà si in u Regnu di Gran'Britagna. In i mesa chì suvitàni, i francesi cunsulidàni u cuntrollu nantu à l'isula, chì in 1770 furmalamenti divintò una pruvincia francesa.

Esitu[mudificà | edità a fonte]

A caduta di a Corsica fù accolta incù disappuntu da u Regnu di Gran'Britagna, principali alliatu è sustinidori di a Ripublica Corsa; l'isula era cunsidarata di vitali impurtanza par l'intaressi di Londra in u Meditarraniu Uccidintali è a so cunquista da parti di i francesi fù cunsidarata un faddimentu di u guvernu britannicu.[8] Un certu numaru di esiliati corsi cumbattì par i britannichi duranti a Guerra d'indipindenza americana, in particulari distinguendu si duranti u grandi assediu di Gibilterra.

L'aspirazioni à l'indipindenza, à tempu cù molti di i principii dimucratichi di a Ripublica Corsa, funi ravvivati da Paoli in u Regnu Anglu-Corsu di u 1794-1796. In quidd'uccasioni, i forzi navali è terrestri britannichi funi schierati in vanu par a difesa di l'isula, chì cascò di novu sottu u cuntrollu di i francesi.

Parechji gruppi naziunalisti, com'è Corsica Libera, riclamani à i ghjorna d'oghji u drittu à l'indipindenza è si battini par a rinascita di a ripublica isulana.

Noti[mudificà | edità a fonte]

  1. (in inglesu) Errore Lua in package.lua alla linea 80: module 'Modulo:Citazione/Suggerimenti' not found.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Pàoli, Pasquali, Anciclupedia Treccani
  3. (in inglesu) The Church of St Devote of Monacu
  4. (in inglesu) Errore Lua in package.lua alla linea 80: module 'Modulo:Citazione/Suggerimenti' not found.
  5. Ibid., p 19.
  6. Errore Lua in package.lua alla linea 80: module 'Modulo:Citazione/Suggerimenti' not found.[1]
  7. Errore Lua in package.lua alla linea 80: module 'Modulo:Citazione/Suggerimenti' not found.
  8. Errore Lua in package.lua alla linea 80: module 'Modulo:Citazione/Suggerimenti' not found.

Da veda dinò[mudificà | edità a fonte]

Liami[mudificà | edità a fonte]

Fonti[mudificà | edità a fonte]

'Ss'articulu pruveni in parti o in tutalità da l'articulu currispundenti di a wikipedia in talianu.