Scala di Santa Regina

À prupositu di Wikipedia
Jump to navigation Jump to search
A Scala

A Scala di Santa Regina (o Scala di Santa Righjina) hè u nome datu à a via stretta di circulazione trà u Niolu è a piaghja. [1] U nome evucheghja e magnifiche ghjirate in petre sculpite in a roccia granitica. Pare ch'una scala fusse stata zuccata in a roccia. 'Ssu munimentu architittonicu ci arreca una testimunianza di u sapè fà di l'omini, riguardu à a tecnica di a petra secca è di e pratiche antiche, cum'è a muntagnera.

A stretta di a Scala di Santa Regina[mudificà | edità a fonte]

U stradellu parte da Corscia (810 m), un paese tipicu di pastori incù multiplici paisoli, è cunduce sin'à a Funtana di i Vignenti (504 m), una funtana à l'orlu di u stradone D84. U so tracciatu di cir a4 chilomitri, custighja u Golu annantu à a so sponda manca in una scala di prima trinca scavata in a roccia di granitu rossu. Intrattenutu è rinnuvatu, 'ssu stradellu anticu hè signalatu à l'orlu di strada da un pannellu d'infurmazione di u Parcu naturale regiunale di Corsica.

U stradellu di a Scala di Santa Regina face parte di l'anticu stradellu di a muntagnera, un stradellu millenniu chì culligava Aleria à Galeria, vene à dì ch'ellu culligava a facciata orientale à a facciata occidentale di a Corsica.

A Scala di Santa Regina[mudificà | edità a fonte]

L'intrata in a scala

Oghje, per ghjunghje in Calacuccia à traversu 'ssu situ eccezziunale, hè u stradone D 84 chì cullega a regione di u Niolu dapoi Castirla. 'Ssa strada hè dinù una di e vie d'accessu à u Parcu Naturale Regiunale di Corsica. A via nuvella di a scala era stata aperta à a fine di u seculu XIX.

A Scala di Santa Regina hè unu tracone assai longu, selvaticu, un curridori stranu di rocce di granitu rossu, di petricaghje è di ruccaglia. A rara vegetazione hè ripprisintata per u più da a coria è u ghjineparu chì nasce annantu à e parete rucciose, è omu si dumanda cumu chì ùn ci hè guasi micca terra, è stranamente i rosumarini, chì 'ssa pianta ùn cresce micca dapertuttu in u centru di l'isula. I lati di u fiume sò pupulati d'alzi è di qualchì Pinu marittimu.

A scala di Santa Regina

In fondu à e gole, u Golu hà criatu numerosi bagnatoghji naturali. Ùn sò micca troppi friquentati da i statinanti cum'è in a valle d'Ascu à vicinu, chì u bagnu ci hè interditu, chèi i sbiutamenti di l'acque di u rampale sò sempre pussibili. E piazze di staziunamentu sò scherse longu à a scala.

Una verga permette di francà a scala à pede. Hè situata da sopra, à l'esciuta di a scala.

Citazione[mudificà | edità a fonte]

A Scala di Santa Regina hè citata in a canzone Tragulinu d'Antone Ciosi:

A scala di Santa Regina
Di nuttata o di matina
Tragulinu
L'hai pigliata trent'anni
Piattendu li to affanni
Tragulinu

Note[mudificà | edità a fonte]

  1. 'Ss'articulu pruvene in parte da l'articulu currispundente di a wikipedia in francese.

Da vede dinù[mudificà | edità a fonte]