Furesta di Bonifatu

À prupositu di Wikipedia
Jump to navigation Jump to search
A furesta di Bonifatu

A furesta di Bonifatu hè unu massicciu furestieru di u Nordupunente di a Corsica.[1] Si stende annantu à una superficia di più di 3000 ettari. Hè una furesta territuriale, pruprietà di a Cullittività territuriale di Corsica.

Geugrafia[mudificà | edità a fonte]

A furesta di Bonifatu hè situata annantu à u territoriu di a cumuna di Calenzana, à u sudu di Moncale, in u circondu calvese. Hè situata à 20 chilomitri da Calvi è da u mare.

A furesta di Bonifatu si trova annantu à e limite Nordupunente di u Parcu naturale regiunale di Corsica. Hè attravirsata da a Figarella. Inchjuvata in a so parte Nordestu in a vasta furesta cumunale di Calenzana è Moncale, occupa incù quessa i fianchi à e pendite à spessu assai erte di tuttu u circulu di Bonifatu, stendendu si trà 300 è 2000 m d'altitudine.

E terre sò silicee è pocu prufonde (terre brune acide), a roccia matre essendu per u più granulita.

U circulu di Bonifatu[mudificà | edità a fonte]

Parte di u circulu di Bonifatu

Hè furmatu da una linia di cresta cumposta d'alti vertici chì sò da u nordu à u sudu :

  • U Capu Ghjovu (1629 m)
  • U Monte Curona (2144 m) - Rifughju d'Ortu di Piobbu (1560 m)
  • U Capu Ladruncellu (2145 m)
  • A Punta Ghjalla (2085 m)
  • U Capu à u Carrozzu (2139 m) - Rifughju di Carrozzu (1260 m)
  • U Capu di a Marcia (2154 m)
  • A Muvrella (2148 m)
  • E Penne Rosse (1992 m)
  • U Capu di Meta di Filu (1819 m)
  • U Capu à u Ceppu (1951 m), puntu più altu di u duminiu di a furesta territuriale di Bonifatu
  • U Capu Furmiculaghiu (1713 m)
  • Punta di Bonassa (1179 m).

'Ssa linia di cresta chì delimiteghja u bacinu di a Figarella, hè framezata di barre rucciose è di foce chì frà e più cunnisciute si ponu mintuvà:

  • a Bocca di Tartagine (1852 m)
  • a Foce d'Avartuli (1898 m)
  • a Bocca di a Muvrella (2025 m)
  • a Bocca di Maghine (1798 m)
  • a Bocca di Bonassa (1152 m).

'Sse foce erte permettianu in i tempi a cumunicazione incù e valle vicine di Tartagine, d'Ascu è di u Fangu per l'attività pasturecce è rurale, cum'è a muntagnera oghje abbandunata.

Storia[mudificà | edità a fonte]

U vallu di Melaghja

In i tempi, u principe Petru Nabuleone Bonaparte ci pussedia un casinu oghje arruvinatu.

A furesta di Bonifatu hè gistita da l'ONF.

U situ ùn hè micca abitatu. Eccetuatu a casa furestiera, sola un'osteria hè aperta in staghjone turistica.

Accessu[mudificà | edità a fonte]

A Figarella in a parte bassa di Bonifatu

Situatu in u circondu di Calvi, una stazione balneare apprizziata mentre a staghjone estiva è prossima d'una vintina di chilomitri, u situ hè assai friquintatu d'istate.

Solu u stradone D251 permette di ghjunghje ci. 'Ssa piccula strada hè situata vicinu à a vadina Figarella, è cunduce sin'à l'intrata di u situ pocu dopu a casa furestiera di Bonifatu è ci si termineghja quì. Ci hè un parcheghju à l'intrata, faccia à un'osteria, à 538 metri d'altitudine.

Una particularità di a D251 hè ch'ella attraversa u campu di tiru di Campanella.

Flora[mudificà | edità a fonte]

Cullendu versu u circulu di Bonifatu, si scontra prima à u pianu suttanu à sulivu, i pini marittimi (16 %) à mezu à machja, po e lecce (5 %) in fondu di un vallu umitu. U pianu supranu sin'à un'altezza massima di 900 metri, ùn fermanu à l'invercia ch'è i pini larici (10 %) cum'è dignalocu in altrò in e muntagne di Corsica. U restu di a superficia vene à dì 69 % hè cumpostu d'altre essenze è di scogli.

Fauna[mudificà | edità a fonte]

A fauna selvatica hè di prima trinca. L'acula reale è l'altore barbutu arieghjanu qualchì volta sopra à e creste. A zittula corsa, picculu acellu endemicu, nichja in i vechji pini larici. Si cunnosce faciule chì percorre i fusti di i pini a capu in ghjò.

S'è u cignale hè abundante in a furesta, e muvre si facenu più discrete, ùn friquintendu ch'è e zone micca buscose in altitudine.

Priculi[mudificà | edità a fonte]

Bonifatu-u focu No.jpg

Cum'è tutte e fureste di Corsica, a furesta di Bonifatu hè assai vulnerabile à u focu. Hè messa sottu alta surviglianza mentre l'estate sanu. I pannelli sò stati messi in piazza per avvirtisce i visitadori è i marchjadori di i priculi in furesta è in muntagna, ma ancu annantu à u fiume di a Figarella per via di fiumare è di pussibili timpurali d'estate. In i tempi, hà cunnisciutu periodi dugliosi incù parechji incendii micidiaghji. In u 1982 quattru marchjadori avianu persu a vita in un incendiu.

Girandulate[mudificà | edità a fonte]

A vadina di Nucaghja, affluente di a Figarella

A furesta di Bonifatu offre parechji pussibilità di girandulate incù u GR Trà Mare è Monti chì l'attraversa, è duie variante di u GR 20 chì permettenu di righjunghje lu, vene à dì per u rifughju di Piobbu (1564 m) sottu Monte Curona (2144 m), vene à dì per u rifughju di Carrozzu (1259 m) sottu a Punta di Spasimata (1863 m).

Parechji circuiti in rebbiu sò dinù mintuvati à l'intrata.

Ci sò dinù e pussibilità di spuntinà à l'osteria è in i rifughji in muntagna.

Note[mudificà | edità a fonte]

  1. 'Ss'articulu pruvene in parte da l'articulu currispundente di a wikipedia in francese.

Da vede dinù[mudificà | edità a fonte]

Bibliugrafia[mudificà | edità a fonte]

  • Bonnieux F., Carpentier A., Paoli J.C., 2006. Priurità di i residenti è di i visitadori per a prutezzione è l'accunciamentu di a furesta in Corsica: esempiu di a furesta di Bonifatu. Rivista Furestiera Francese, vul. 58 n°2, pp. 167-181 (in francese)