Gaelicu scuzzese

À prupositu di Wikipedia
Andà à: Navigazione, Ricerca
Signaletica stradale bislingua in i Scottish Highlands.

U gaelicu scuzzese (o Gaelicu scuzzesu), ancu chjamatu simpliciamente scuzzese o anticamente erse (Gàidhlig in a lingua stessa, da paragunà incù u nome Gaeilge di l'irlandese) hè una lingua appartinendu à u ramu gaelicu di e lingue celtiche, chì sò cullegate à a famiglia di e lingue indoeuropee.[1] Hè per u più parlatu in Scozia in i Highlands è l'Ebride. Hè dinù praticatu da une poche di cumunità di Nova Scozia à u Canada, soprattuttu in l'Isula di u Capu Brittone, per via di l'emigrazione di campagnoli scuzzesi cacciati fora per forza da i grandi pruprietarii terrani à u seculu XIX. 'Ssa forma di a lingua hè diventata u gaelicu canadianu.

U gaelicu scuzzese hè ricunnusciutu da u Regnu Unitu cum'è lingua regiunale di a Scozia, sient'è a Cartula europea di e lingue regiunale o minuritarie. Dapoi una leghje di u parlamentu scuzzese vutata u 21 d'aprile di u 2005, hè lingua officiale di a Scozia (incù l'inglese). Hè usatu in a signaletica stradale bislingua.

Cum'è lingua tradiziunale di i Gaels, o Scots (i Celti venuti da l' Irlanda chì pupulonu u nordupunente di l'isule Britanniche versu u seculu V), u gaelicu occupa una piazza impurtante in a cultura tradiziunale scuzzese : custituisce a lingua storica di a forza parte di a Scozia attuale.

Però, ùn ci vole micca à cunfonde u gaelicu scuzzese incù u scots, lingua germanica, furmata à parte si da u vechju inglese parlatu in Nortumbria. U scots hè dinù ricunnusciutu cum'è lingua regiunale di a Scozia.

U gaelicu scuzzese hè sturicamente ligatu à l'irlandese, da induve u so nome anzianu di erse, forma scots di a parola inglese Irish. Difatti, i dui idiomi sò oghje menu differenti chì u francese da u talianu. Puru e duie lingue anu cuminciatu à diverge da u seculu V. U gaelicu scuzzese hà cunnisciutu mentre u periodu di e Grande invasione scambii culturali è linguistichi intensi incù l'altri populi di u nordu di l'isula di Brittania. S'è a prussimità ferma evidente, l'intellighjibilità mutua di e duie lingue ùn hè micca evidente.

U Gaelicu scuzzese hè differente in tuttu da l'inglese è un locutore anglofunu ùn capiscerà micca una cunversazione in 'ssa lingua.

Caratteristiche[mudificà | edità a fonte]

Loch Uisgebhagh, Benbecula, in l'Ebride di fora

U santacroce gaelicu cumporta 18 lettere : a, b, c, d, e, f, g, h, i, a, m, n, o, p, r, s, t, u.

Sturicamente, u nome d'ogni lettera era quellu d'un arburu (ailm - olmu, beith - brith, call - nuciolu, è tira è tocca).

U gaelicu scuzzese improda a flessione per distingue u casu di i nomi, è i tempu, modu, è diatesi di i verbi.

A pronuncia di u gaelicu hè regita da a regula d'oru "Leathann ri leathann is caol ri caol" (e forte incù e forte è e debule incù e debule). E vucale forte sò a, o è u. E vucale debule sò e è i. Quandu una o parechje cunsunante sò piazzate trà duie vucale, quest'ultime devenu esse di listessu tipu. S'è omu nota e vucale debule "A", e vucale furzute "B" è e cunsunante "C", omu custata chì e cumbinazione A-C-B è B-C-A ùn occorrenu guasi mai (omu nuterà eppuru l'esistenza di une poche di eccezzione cum'è airson, "cum'è" o esan, "ellu").

U corullariu hè chì l'ortugrafia chì ùn ubbidisce micca à 'ssa regula hè sia culpevule, sia straniera. In a parola " Gàidhlig " per indettu, e cunsunante " dhl " sò circundate da vucale debule (i). Dinù, in a parola " uthnn ", e cunsunante " th " sò circundate da vucale forte (a).

A grammatica gaelica pussede uni pochi di caratteristiche maestre :

  • L'ordine di e parole hè verbu-sughjettu-ogettu.
  • U gaelicu cumbineghja i prunomi incù e prepusizione per crià e " prepusizione cunghjucate " cum'è in altre lingue celtiche. Per indettu, aig (à) + mi (eiu) > agam.
  • I prunomi esistenu sottu à duie forme : i prunomi rigulari (mi, thu, e, è cetera.) è i prunomi enfatichi (mise, thusa, esan...).
  • Cum'è in altre lingue celtiche (tale u brettone è u gallese), u gaelicu sprima u pussidimentu cù l'aiutu d'una pruposta: qualchì cosa hè à qualchissia.
  • Infine, u gaelicu pussede numerosi articuli definiti (chì dipendenu di u numeru, u generu, u casu, è di a lettera iniziale di u nome). Ignora l'articuli indefiniti, cum'è u gallese è u brettone anzianu.

Hè di u gaelicu scuzzese ch'elle venenu e parole corse whisky, clanu, tartanu è stronziu.

Nomi di lochi in gaelicu scuzzese[mudificà | edità a fonte]

Ripartizione di i locutori di gaelicu scuzzese in e parochje di Scozia
Dubh Sgeir in l'isule MacCormaig, in l'Ebride di drentu

Esempii di parole è infrasate corte in gaelicu scuzzese[mudificà | edità a fonte]

Benvinuta bislingua in a gara di Glasgow.
  • lang|gd|Fàilte [IPA|ˈfaːu/aʧə] " Benvinutu ! "
  • lang|gd|Halò [IPA|ˈhaloː] " Salute ! "
  • lang|gd|Ciamar hà tha thu? [IPA|ˈkʰjɛməɾə ˈhau] " Cume vai ? "
  • lang|gd|Ciamar hà tha sibh? [IPA|ˈkʰjɛməɾə ˈhaʃɪv] " Cume andate ? "
  • lang|gd|Tha mezu gu math [IPA|ˈhami kəˈmã] " Eiu vocu bè. "
  • lang|gd|Dè annu t-ainm hà tha ort? [IPA|dʒeːn ˈt̪ʰɛnəmə hɔɹʃt̪] " Cume ti chjami ? "
  • lang|gd|Dè annu t-ainm hà tha oirbh [IPA|dʒeːn ˈt̪ʰɛnəmə hɔɾəv] " Cume vi chjamate ? "
  • lang|gd|Is messa... [IPA|ˈsmiʃə] " Socu... " (Mi chjamu...)
  • lang|gd|Mar sin leat [IPA|ˈmaɹʃin u/aɛʰt̪] " À vede ci " (singulare)
  • lang|gd|Mar sin leibh [IPA|ˈmaɹʃin lev] " À vede ci " (plurale)

Da vede dinù[mudificà | edità a fonte]

Note[mudificà | edità a fonte]

  1. 'Ss'articulu pruvene in parte da l'articulu currispundente di a wikipedia in francese.

Ligami esterni[mudificà | edità a fonte]