Furchi di Bavedda

À prupositu di Wikipedia
Jump to navigation Jump to search
Zonza è i furchi di Bavedda

I Furchi di Bavedda (o Forche di Bavella) sò un situ naturali di prima trinca di Corsica.[1] Duminighjani a foci di listessu nomu à un'altezza di 1218 metri, cullighendu l'Alta Rocca à a costa uriintali di a Corsica. U massicciu hè menu altu è eppuri beddu più friquintatu ch'è quiddu di i Penni Russi. U situ hè carattarizatu da pinzalona frastagliati, da grandi muraddi rucciosi è da pina storti da u ventu.

À u cori di u massicciu di Bavedda, si trovani i setti punti d'Asinau (i furchi di Bavedda, anticamenti annumarati da sudu à nordu) :

  • Punta 'll'Aceddu (1588 m) (Furca I) ;
  • Punta 'll'Arghjetu (1591 m) (Furca II) ;
  • Punta 'lla Vacca (1611 m) (Furca III), a sola cuddatoghja pà u marchjadori ;
  • Punta 'llu Pargulu (1785 m) (Furca IV), spiccata di a pricidenti da a Bucca 'll'Pargulu (1662 m), dund'idda passa a varianti alpina di u GR 20 ;
  • Punta Longa (1836 m) (Furca V) ;
  • Punta Alta (1855 m) (Furca VI), a più alta di i vetti ;
  • Punta Iodda (1848 m) (Furca VII), spiccata da a pricidenti da a Bocca 'llu Santu (1745 m).
U Tafonu di u Cumpuleddu (1483 metri)

U massicciu di Bavedda in u so insemu culminighja unu pocu più à u nordu, in a Punta 'llu Furneddu è à a Muvrareccia, tremindù à un'altezza di 1899 metri. Hè duminatu da a vetta maiori di a rigioni, l'Alcudina (2134 metri), è si stendi da a furesta di Tova à u nordu (annantu à a cumuna di U Sulaghju) insin'à u Monti Calva (1381 metri) à u sudu, à a limita di u massicciu di l'Uspidali, è guasgi sin'à Conca è u mari à livanti.

i furchi è a Madonna di i Nivi

Da l'Alcudina à a foci di Bavedda, u GR 20, dopu à avè righjuntu u rifughju d'Asinau (1536 m), si passa à u pedi di i furchi in a vaddi di u Rizzanesu (Asinau) ma una varianti ditta "alpina" parmetti d'avvicinà si di i furchi di Bavedda, via a Bocca 'llu Pargulu (1662 metri). Dopu à a foci di Bavedda, u stradeddu cumencia a so falata versu Conca, via a Foci Finosa (1206 metri) è u rifughju di i Paliri (1055 metri), à u pedi di a Punta Tafunata di i Paliri (muntagna tafunata com'è u so nomu l'evuchighja, com'è u Capu Tafunatu, 1312 metri).

In a foci di Bavedda, à calchì metru di u stradonu, annantu à a larga rimpianata, si drizza in cima à una mora di petri a statua di a Signora di i Nivi. Ci hè dinò a Purcaraccia, fiumiceddu celebru incù i so pisci è i so bagnatoghji naturali. A partenza di u stradeddu, à circa 8 kilomitri, annantu à u stradonu D268 in dirizzioni di Sari è Sulinzara.

I lucalità di Quenza, Zonza è Conca sò disposti in un arcu di chjerchju à u sudupunenti di a foci di Bavedda.

Citazioni[mudificà | edità a fonte]

Hè citata Bavedda in a canzona L'alta strada di canta u Populu Corsu:

La mio culomba messaghjera
Chì parte per longu viaghju
Traversa la Corsica intera
Cù lu zitellu è lu capraghju.
Saluta mi l'Omu di Cagna
È l'Ospedale cun Bavella
Di lu Cuscionu la muntagna
Incù l'Alcudina per stella. (...)

Noti[mudificà | edità a fonte]

  1. 'Ss'articulu pruveni in parti da l'articulu currispundenti di a wikipedia in francesu.

Da veda dinò[mudificà | edità a fonte]