Diodoru Siculu

À prupositu di Wikipedia
Andà à: Navigazione, Ricerca
Diodoru Siculu in un affrescu di u 1800

Diodoru di Cicilia (in grecu anzianu Διόδωρος Σικελιώτης; in latinu Diodorus Siculus) hè un storicu è crunistu grecu di u Ia seculu av. G.-C., cuntimpuraneu di Ghjuliu Cesari è d'Augustu, autori di a Bibbiuteca storica.[1]

Biugrafia[mudificà | edità a fonte]

Natu in circa 90 av. GC, Diodoru hè urighjinariu d'Agira, una piccula cità situata à livanti di a Cicilia. Ricevi un insignamentu ritoricu di qualità, segnu ch'eddu hè prubabilamenti isciutu da una famiglia asgiata. Avaria visitatu i cuntrati d'Auropa è d'Asia è ancu l'Egittu trà 60 è 59 av. GC, prima di stabiliscia si à Roma induv' eddu publicheghja a so unica opara in 30 av GC.

Opara[mudificà | edità a fonte]

Manuscrittu di a Bibbiuteca storica

Frà i travagli di i storichi antichi di Cicilia com'è Timeu di Tauromenionu o Antiochos di Siracusa, soli quiddi di Diodoru ci sò parvinuti. Lascia un'opara impurtanti, ridatta in grecu anzianu, una di i più ricchi fonti d'infurmazioni annantu à l'Egittu anticu è a Grecia antica ma dinò annantu à a Roma antica è u mondu anticu uccidentali, sughjettu pocu trattatu da i so cuntimpuranei di Grecia uriintali. Diodoru travaglia mentri trenta anni à a custituzioni di 'ssa storia univirsali intitulata a Bibbiuteca storica. Copri un periodu di più di milla anni, da i tempi mitulogichi à Ghjuliu Cesari è a battaglia di Farsale.

A Bibbiuteca storica cumprendi quaranta libra frà i quali solu una vintina sò stati prisirvati : u prima libru sin'à u quintu po' l'undicesimu libru sin'à u vinti duiesimu sò cunsirvati in a so integralità mentri chì l'altri ùn sò cunnisciuti ch'è da frammenti. Diodoru ci prisenta l'avvinimenti in un ordini crunulogicu in trè tempi par ogni periodu : prima l'avvinimenti cuncirnendu a Grecia è l'Asia minori, dopu quiddi cuncirnendu a Cicilia, è infini quiddi cuncirnendu Roma. Diodoru mostra cusì l'impurtanza ch'eddu accorda à a so patria ch'eddu prisenta à listessu liveddu ch'è i putenzi greca è rumana.

Essendu datu ch'è Diodoru ci cuncoglii tutti l'avvinimenti datevuli appughjendu si annantu à numarosi fonti più anziani, u so travagliu hè à longu statu riduttu à quiddu di un cumpilatori. Par a storia ciciliana, si saria par u più sirvutu di i travagli di Timeu di Tauromenione, di Philistos di Suracusa, di Efore di Cume è di Silenos di Cale-Acte. Eppuri, pari chì Diodoru varchi 'ssu rollu di simpliciu cumpilatori, appurtendu una tocca parsunali par via par indittu di i so prifazii induv' eddu tratta di quistioni murali, didattichi è storiugrafichi, rimittendu l'avvinimenti rapurtati in pruspittiva incù i prublematichi di a so ebbica è pruducendu cusì un travagliu uriginali.

Si attribuisci calchì volta à Diodoru di Cicilia a lista di i setti maravigli di u mondu, essendu data a so discrizzioni dittagliata di i giardina suspesi di Babilonia in u sicondu libru di a Bibbiuteca storica.

Noti[mudificà | edità a fonte]

  1. 'Ss'articulu pruveni in parti da l'articulu currispundenti di a wikipedia in francesu.