Cadmu

À prupositu di Wikipedia
Andà à: Navigazione, Ricerca
Hendrick Goltzius, Cadmu uccidi u dragonu, circa XVII seculu

Cadmu hè una figura di a mitulugia greca, figliu di Agenori rè di Tiru è di Telefassa, è frateddu di Auropa. Hè cunsidaratu u fundatori di a cità greca di Tebi.

Mitu[mudificà | edità a fonte]

Quandu a suredda Auropa fù rapita da Zeus, u patri Agenori l'inviò cù i frateddi Fenici è Cilici, à a so ricerca, urdinendu li di ùn vultà prima d'avè la truvata. Cadmu iniziò richendu si vicinu à l'oraculu di Delfi par avè cunsigliu. L'oraculu li sughjirì di intarrompa a ricerca, postu ch'è saristi statu u fundatori di una nova cità. Avaristi duvutu segua una vacca è, quand'edda si fussi firmata, edificà quì a cità. Da quì a pocu Cadmu è i so cumpagni incrucioni una vacca diretta à l'urienti è a suvitoni. L'animali si firmò solu à u centru di a Beozia: quì Cadmu dicisi d'edificà a cità. In u frattempu volsi sacrificà a vacca à a dea Atena, ma in u mentri i so cumpagni stavani par attinghja l'acqua d'una surghjenti quì vicina, u dragonu chì a custudia l'attaccò. Cadmu accorsi è riiscì à uccida u mostru, ma i so cumpagni erani tutti morti. Firmatu solu, Cadmu dicisi di purtà à tarmini quantunqua u sacrifiziu. Atena, par ricunniscenza, li cumparsi è li sughjirì di suminà i denti di u dragonu. Cadmu a feci è d'un trattu da ogni denti spuntò un omu armatu (i sparti). Cadmu lanciò astutamenti i sassa trà di eddi, chì cridendu si assaltati si scaglioni l'unu contr'è l'antru. Ni sopravvissini solu cinqui, chì aiutoni Cadmu à custruiscia a "Cadmea", a rocca di a nova cità di Tebi. Cadmu spusò Armonia, figlia di Ares è Afrudita, è à u matrimoniu fù prisenti l'intreiu Olimpu. Da l'unioni trà Cadmu è Armonia nascini quattru ziteddi: Inu, Agavi, Autonoi è Semeli. Una d'eddi, Agavi, spusò Echioni (unu di i sparti) è u so figliu, Penteu, in seguitu ereditò u regnu di u missiavu Cadmu. Ebbi ancu un figliu Polidoru, da u quali discendini i Labdàcidi (Labdacu, Laiu è Edipu). In vichjaia Cadmu è Armonia, quandu Dionisu distrussi a casa riali, funi esiliati in Iddiria induva funi trasfurmati in sarpi.

Da veda[mudificà | edità a fonte]