U zitellu

À prupositu di Wikipedia
Jump to navigation Jump to search

U zitellu hè una puesia scritta da Petru Lucciana (1832-1909), dettu Vattelapesca. 'Ssa puesia hè stata publicata prima in L'Annu Corsu, in u 1925 (pagina 140).

U zitellu[mudificà | edità a fonte]

Di maghju, una matina, eo spassighjava
À u mercatu frà i fiori è frà e zitelle
— E cipolle è e vechje ùn le guerdava -
Quandu scorsi un criampulu ch'è à e stelle
L'ochji negri sbrillati indirizzava...
À e stelle, nò (ùn ci n'era) ma a trè belle
Chjarasge trugne, poste in sù e curbelle
Di brocculi è carotte... e suspirava.
Daretu à e spalle ind'una di e so mane
Pendia, appena strintu, un po' di pane.
Or mentre tutt'à i frutti l'attenzione
Ellu porta, li passa arente un cane
È a pagnotta li arruffa, a cullazione...
Oh, tirate ne voi a cunclusione!

Da vede dinù[mudificà | edità a fonte]