Jacopone da Todi

À prupositu di Wikipedia
Jump to navigation Jump to search
A tomba di Jacopone da Todi in a chjesa di San Fortunatu in Todi

Jacopone da Todi (natu in circa 1230 à Todi, in Umbria, è mortu à Collazzone u 25 dicembre di u 1306 hè statu un pueta franciscanu talianu di u seculu XIII.[1] Hè l'autore di una centinara di puemi d'inspirazione riligiosa, à quandu pieni di fervore, à quandu ridatti annantu à u modu di a pulemica.

Biugrafia[mudificà | edità a fonte]

Jacopone da Todi in un affrescu di Paolo Uccello

Jacopo di Benedetti nasce di una famiglia nobile à Todi, in Umbria, in circa u 1230 o u 1232. Incuragitu à fà di i studii da u so babbu, si rende à l'Università di Bologna cù u fine di studià a grammatica, a retorica è a ghjurisprudenza è ottene a dutturizia in drittu civile[2].

Volta tandu in a so cità nativa induv'ellu eserciteghja u drittu è piglia moglia. A morte accidentale di a so ghjovana cunsorte in 1268 u ciotta in una grave crisa murale. Avendu cunsacratu tanti anni à i piaceri vanochji è avendu messu i so talenti di ghjuristu à u sirviziu di cause dubbiose, cambia di vita è adotta, cum'è Francescu d'Assisi, un cumpurtamentu cuntrariu à e so abitudine passate, fignendu a pazzia per pudè impunitamente dì certi virità disturbante[3]. Diventa un bizzoco, vene à dì un penitente andarinu di u Terzu Ordine franciscanu. I zitelli l'inditanu è u cugnomanu Ghjacumu l'insensatu, o Jacopone (cù u suffissu accrescitivu -one)[4].

In u 1278, Jacopone piglia a decisione di entre in l'ordine di i franciscani induve ellu hè ammessu in quant'è frate servu[5]. L'ordine franciscanu hè tandu divisu trà quelli chì lodanu un ritornu à l'austerità originale di u fundamentu, i " spirituali ", è quelli, i "cunventuali" chì pensanu chì a regula deve esse mullificata affinch'è tutti a possinu rispittà. Jacopone raghjunghje i primi. In u 1294, u nuvellu papa, Celestinu V autorizeghja i spirituali à campà sient'è i so voti in stabilimenti spiccati. Ma abdicheghja prestu, rimpiazzatu da Bonifaciu VIII chì rivucheghja 'sse dispusizione[6].

U 10 di maghju di u 1297, Jacopone firma u manifestu di Lunghezza per via di u quale i cardinali Colonna mettenu in causa a ligittimità di u papa Bonifaciu VIII. U papa scumunicheghja tutti i signatarii, è spezza u sediu di Palestrina, induv'elli si sò rifughjati Jacopone è i Colonna. Mentre l'auturnu 1298, l'assidiati sò fatti prigiuneri, po' imprighjunati. Da a so prighjò, Jacopone addirizza à Bonifaciu parechje petizione sottu à forma di laudes, affinch'è u pontefice cacci a sintenza di scumunica[7]. Li ci vole à aspittà una bolla di u nuvellu papa Benoît XI, u 23 di dicembre 1303, pisendu e pene culpendu i partitanti di i Colonna, per esse liberatu. Vince u cunventu franciscanu di Collazzone, trà Perugia è Todi, induve ellu more u 25 di dicembre di u 1306[8].

Opera litteraria[mudificà | edità a fonte]

L'attuale cità di Todi, in Umbria

Jacopone da Todi hè l'autore di una centinara di laudes, i canti di lodu scritti sottu à forma di ballata, ridatti in dialettu umbrianu, è chì sprimanu i più prufondi sintimenti di a so anima. Cuntrariamente à i laudes di i so cuntimpuranei, i so puemi ùn sò micca destinati à u grande publicu, ma à u so usu persunale, è podarse à i so cumpagni franciscani.

I laudes abbordanu bon parechji sughjetti, è prisentanu una grande varietà di toni è di modi. I so temi principali sò u lodu di Diu (21), di Cristu (86), è di a Vergine Maria (32); Francescu d'Assisi è l'ideale franciscanu di puvertà (47); a cundanna di e tentazione di u seculu (20); e descrizzione dittagliate di a malatia è di a morte (61); l'intruspezzione autocritica (" Chì farai, fra Iacovone? ", 53); l'estrema abnegazione (81); a satira pulitica (74); e lamintazione annantu à u statu di a Chjesa (35); a descrizzione di l'estasi mistica (87); è u lodu passiunata di l'amore divinu (9 è 92). Benchì l'autanticità di i so puemi in latinu ùn sia ancora interiamente pruvata, Jacopone hè l'autore presuntu di a celebra siquenza Stabat mater dolorosa.

Hè per causa di a so ostilità à l'incontru di u papa Bonifaciu VIII chì trasparisce in u so puema O babbu Bonifazio (83), serà scumunicatu po' imprighjunatu.

O papa Bonifazio,
molt’ài iocato al mondo;
pensome che iocondo
non te ‘n porrai partire!
O pappa Bonifaciu,
Ha ghjucatu moltu à u mondu ;
Eiu pensu ch'è gioiosu
Ùn puderai micca parte !


Parechji tentativi sò stati fatti à u fine di a so riabilitazione, frà i quali una prucidura in beatificazione à u seculu XIX, chì ùn hà micca sfuciatu[9].

I puemi di Jacopone da Todi anu largamente influinzatu a litteratura pustiriore, soprattuttu a puesia riligiosa di u seculu XIV conta numerosi imitadori, frà i quali u più impurtante è prulificu hè Bianco da Siena[10].

Edizione[mudificà | edità a fonte]

  • Jacopone da Todi, Laudi, trad. Lucienne Portier, Savviezze Cristiane, Le Cerf, 1996.
  • Jacopone da Todi, Laudes, trad. Massima Castro, A Rota à Livres, Belles Lettres, 2013.

Bibliugrafia[mudificà | edità a fonte]

  • Federiccu Ozanam, I Pueti franciscani in Italia à u tredicesimu seculu, Parigi, 1852, p. 169-208.
  • Emile Gebhart, L'Italia mistica, Parigi, 1906, p. 257-276.
  • Ghjuliu Pacheu, Jacopone di Todi, Fratellu Minore di San Francescu, Parigi, 1914, p. 8-95.
  • Evelyn Underhill, Jacopone da Todi, poet and mystic, Londra, 1919.
  • Dizziunariu di spiritualità, vul. 8, Beauchesne, 1974, p. 20-26.
  • Estelle Zunino, Cunquiste litterarie è questula spirituale Jacopone da Todi, Stampe di l'università Parigi-Sorbonne, 2013.

Note[mudificà | edità a fonte]

  1. 'Ss'articulu pruvene in parte da l'articulu currispundente di a wikipedia in francese.
  2. Pacheu [1914], p. 8-9.
  3. Onazam [1852], p. 170-172.
  4. Pacheu [1914], p. 10.
  5. Onazam [1852], p. 174.
  6. Onazam [1852], p. 186-190.
  7. Estelle Zunino, " Jacopone da Todi è Bonifaciu VIII, l'invettive à a supplica ", L'invettiva: storia, forma, strategie, Università di Saint-Étienne, 2006, p. 47-62.
  8. Onazam [1852], p. 191-206.
  9. Pacheu [1914], p. 397.
  10. Benedetto Croce, "Letteratura di devozione", in A critica, XXIX (1931), p.|321-340.