Vai al contenuto

Cygnus olor

À prupositu di Wikipedia
Cygnus olor
Cygnus olor
Classifica scentifica
Regnu Animalia
Imbrancamentu Chordata
Classa Aves
Ordini Anseriformes
Famiglia Anatidae
Genaru Cygnus
Nomu binuminali
Cygnus olor
Johann Friedrich Gmelin, 1789

Cygnus olor hè una spezia di cignu chì faci parti di a famiglia di l'Anatidae.

Discrizzioni[mudificà | edità a fonte]

Cygnus olor hè un grandi aceddu acquaticu appartinendu à a famiglia di l'Anatidae. Hè carattarizatu da u so piumaghju biancu immaculatu, u so longu coddu graziosu, u so bizzicu arancinu vivu incù una prutuberanza nera à a basa, è i so zampi neri palmati. L'adultu misura trà 144 è 158 cm di longu, hà una largura da 2 à 2,5 m è pesa di 7,6 à 14,3 kilò.

Ripartizioni[mudificà | edità a fonte]

Cygnus olor hè urighjinariu di a maiò parti di l'Aurasia è da u nordu di l'Africa. A so aria di ripartizioni si stendi da l'Islanda è u Regnu Unitu à punenti sinu à u Giapponu à livanti, è da u sudu di a Svezia è di a Finlandia à u nordu di l'isuli Canarii è à u nordupunenti di l'Africa à u sudu. Hà ancu statu intraduttu in numarosi altri righjoni di u mondu, in particulari in America subrana, in Australia è in Nova Zilanda.

Cygnus olor hè prisenti in Corsica.[1]

Biulugia[mudificà | edità a fonte]

Cygnus olor hè un arbivoru chì si ciba par u più di pianti acquatichi. Pò ancu cunsumà mastaruculi, picculi pesci è crustacei. Nichja annantu à i spondi di i lavi, stagni, vadini è paduli. U nidu hè custruitu à parta da canna, di fogli è di paglia ed hè di regula situatu in a vegetazioni densa. A femina faci da 4 à 8 ova bianchi ch'edda covi mentri à l'incirca 35 ghjorna. I ghjovani anitrini sò nidifughi è chettani u nidu pocu dopu a sbucciata. Poni bulà à l'ità da 4 à 5 mesa.

Tassunumia[mudificà | edità a fonte]

Cygnus olor hè a spezia tipu di u genaru Cygnus. U so nomu scentificu significheghja Cignu udurosu in latinu. Ùn esisti micca di sottuspezii ricunnisciuti di Cygnus olor.

Cunsirvazioni[mudificà | edità a fonte]

Cygnus olor hè classificatu com'è una spezia di priaccupazioni minori da l'Unioni internaziunali pà a cunsirvazioni di a natura (UICN). I so pupulazioni sò stabuli o in crescita in a maiò parti di a so aria di ripartizioni. Eppuri, pò essa minacciatu da a perdita di u so ambienti, a polluzioni di l'acqua è a caccia illegali.

Rifarimenti[mudificà | edità a fonte]

  • J.-C. Thibault & G. Bonaccorsi, The birds of Corsica, British Ornithologists’ Union, Check-list n°17, 1999
  • Jean-Claude Thibault, Connaître les oiseaux de Corse - Acelli di Corsica, Ed. Albiana, 2006

Noti[mudificà | edità a fonte]

  1. Thibault & Bonaccorsi (1999), Thibault (2006).

Altri prugetti[mudificà | edità a fonte]