Al-Khwarizmi

À prupositu di Wikipedia
Jump to navigation Jump to search
Ritrattu di Muhammad Ibn Mūsā al-Khuwārizmī

Muhammad Ibn Mūsā al-Khuwārizmī, generalmente chjamatu à Al-Khwarizmi, natu in l'anni 780, originariu di Khiva in a rigione di u Khwarezm chì li hà datu u so nome, in l'attuale Uzbekistanu, mortu ver' di 850 à Bagdad, hè un matematicu, geugrafu, astrologu è astrunomu persicu, membru di a Casa di a sapienza di Bagdad.[1] I so scritti, ridatti in lingua araba, po' tradutti in latinu à parte si da u XIIu seculu, anu permessu l'intruduzione di l'algebra in Europa. A so vita s'hè svolta in tutalità à l'epica di a dinastia abbaside.

U so nome hè à l'origine di a parola algoritmu è u titulu di unu di e so opere (Abbriviatu di u calculu da a risturazione è a cumparazione) à l'origine di a parola algebra. L'utilisazione di i cifri arabi è a so diffusione in u Mediu Oriente è in Europa sò duvute à un antru di i so libri numinatu Trattatu di u sistemu di numerazione di l'Indiani chì fubbe diffusu per via di a lingua araba in tuttu l'imperu abbaside. Al-Khawarizmi hà classificatu l'algoritmi esistenti, in particulare sient'è i so criterii di terminazione, ma ùn rivendicheghja micca a so invinzione : l'algoritmu u più cunnisciutu di u mondu hè quellu d'Euclidu, à u prugramma d'insignamentu di tutti i paesi, è i primi algoritmi cunnisciuti u fubbenu senza surpresa in un paese chì duvia gistisce i calculi elaburati di l'impositu : à Babilonia.

Ùn ci vole micca à cunfonde 'ssu matematicu incù l'enciclopedistu persicu, Muhammad ibn Ahmad al-Khwarizmi, autore di Mafâtih al-'Olum (E chjave di e scenze), enciclupedia scritta in l'anni 976-997.

Biugrafia[mudificà | edità a fonte]

L'avenimenti di a vita d'Al-Khwarizmi sò pocu cunnisciuti. Hè prubabilmente natu in Khiva (~780). Esistenu numerose tracce di i so travagli scentifichi. Matematicu, storicu è geografu, hè cunsideratu cum'è " u babbu di l'algebra è u prima vulgarisatore di u sistemu decimale pusiziunale " (ch' ellu improda à a cultura indiana), hè, in i so tempi, cunnisciutu in quant'è astrunomu. More ver' di 850.

Travagli[mudificà | edità a fonte]

Matematiche[mudificà | edità a fonte]

A prima pagine di u Kitāb al-mukhtaṣar fī ḥisāb al-jabr wa-l-muqābala.

Al-Khwarizmi hè l'autore di parechje opere di matematica. A più celebra, intitulata Kitābu 'l-mukhtaṣar fī ḥisābi 'l-jabr wa'l-muqābalah (كتاب المختصر في حساب الجبر والمقابلة), o Abbriviatu di u calculu da a risturazione è a cumparazione, publicatu sottu à u regnu d'Al-Ma'mūn (813-833), "hè cunsideratu cum'è u prima manuale d'algebra." 'Ssu libru cuntene sei capituli. Ùn cuntene alcunu cifru. Tutte l'equazione sò sprimate incù e parole. U quatratu di a scunnisciuta hè numinatu " u quatratu "o mâl, a scunnisciuta hè" a cosa " o shay (šay), a radica hè u ghjidr, a custante hè u dirham o adǎd. U termine al-jabrn fubbe ripigliatu da l'Europei è diventò più tardi a parola algebra.

Diofante d'Alissandria, cunsideratu cum'è u "precursori di l'algebra", ùn fù prubabilmente micca cunnisciutu da Al-Khwarizmi. Difatti, a prima traduzzione in arabu di l'Aritmetiche ùn apparì ch'è parechji dicennii dopu à l'Abbriviatu di u calculu da a risturazione è a cumparazione, à a fine di u seculu IX, vene à dì circa cinquanta anni dopu a morte d'Al-Khwarizmi. Cusì, u so acquistu incù 'ssu "prima manuale" hè tale ch'ellu cunduce à cunsiderà Al-Khwarizmi cum'è "u babbu di l'algebra".

Un antra opera, chì l'originale in arabu hè sparitu, Kitābu 'l-ĵāmi` wa 't-tafrīq bi-ḥisābi 'l-Hind (كتاب الجامع و التفريق بحساب الهند, " Libru di l'addizione è di a suttrazzione siont'è u calculu indianu "), discrive u sistemu di numerazione decimale (ch' ellu hà ossirvatu ind'è l'Indiani). Fubbe u vettore di a diffusione di 'ssi cifri in u Mediu Oriente è in u Califfatu di Cordova, induve Gerbert d'Aurillac si ne face struisce. Diventatu più tardi papa di l'annu Milla sottu à u nome di Silvestru II, Gerbert l'impunerà à u mondu cristianu dendu li, vistu a so pruvinienza di Cordova, u nome di cifri arabi.

Astronumia[mudificà | edità a fonte]

Una statua d Al-Khwārizmī in a so cità nativa di Khiva, in Uzbekistanu.

Al-Khwarizmi hè l'autore di un zij, publicatu in u 830, cunnisciutu sottu à u nome di Zīj al-Sindhind (Tavula indiana). 'Sse tavule, cumposte sottu à u regnu d'Al-Ma'mūnn, sò una compilazione di fonte indiane è greche. Certi elementi di e Tavule faciule di Tolomeu sò ripigliate. I metudi di calculu, in particulare l'utilisazione di u sinu sò inspirate da l'indiani è si basanu annantu à un'opera indiana offerta, in u 773, à u califfu Al-Mansur è tradutta da Muhammad al-Fazari. S'appoghjanu annantu à u calindariu persianu è piglianu per origine di e longitudine u meridianu d'Arimn. 'Sse tavule sò e più anziane tavule di u mondu araba chì ci fusssenu pervenute. Di tradizione indiana, vale à dì prisintendu e tecniche di calculi, senza teuria planitaria, ebbenu una grande influenza in a custituzione di e tavule astrunomiche di l'Occidente arabu. 'Ssa opera, ripigliata da l'astrunomu di Spagna Maslama al-Mayriti, po' tradutta ver' di u 1126 da Adelard di Bath, hè una di e trè fonte arabe principale avendu servutu à l'iniziazione di l'astrunomi latini. Entrenu per una parte in a custituzione di e Tavule di Tolede chì ebbenu una grande influenza annantu à l'astronumia europea di u XIIIu seculu.

Al-Khwarizmi hè dinù l'autore di trè opere cunsacrate à i strumenti : un'opera minore annantu à u quadrante sulariu, un libru annantu à a rialisazione di l'astrolabiu è un libru annantu à l'usu di l'astrolabiu.

A so opera annantu à u calindariu ghjudeiu hè una di i più anziani esposta annantu à u sughjettu. Ci espone u frastagliu di l'annu, a pusizione di e stelle à certi attimi chjave. Hè inoltre l'autore di e prime tavule cunnisciute per arrigulà l'ore di e prighere di a ghjurnata.

Cum'è numerosi astrunomi di 'ssa epica, Al-Khwarizmi hè dinù astrologu. Sient'è u storicu Tabari, Al-Khwarizmi predisce, incù un gruppu d'astrologhi, a longa durata di vita di u califfu (è i cinquanta anni chì li rimanianu à campà) mentre quest'ultimu morse deci ghjorni dopu a predizzione.

Storia è geugrafia[mudificà | edità a fonte]

U so Trattatu di Geugrafia hè inspiratu da quellu di Tolomeu, arricchitu da i rapporti di i marcanti arabi riguardu à u mondu islamicu. Ci dà a longitudine è a latitudine di punti di prima trinca di u mondu cunnisciutu (cità, muntagna, isule, è cetera.). Avaria scrittu dinù una cronaca storica di a so epica chì ùn hè cunnisciuta da noi ch'è per via di i riferimenti ch'elli ne facenu i storichi più ricenti.

Omagi[mudificà | edità a fonte]

Note[mudificà | edità a fonte]

  1. 'Ss'articulu pruvene in parte da l'articulu currispundente di a wikipedia in francese.

Bibliugrafia[mudificà | edità a fonte]

  • Bartel Leendert van der Waerden, A History of Algebra. From al-Khwarizmi to Emmy Noether, Springer, 1985 (in inglese)
  • Corona Brezina, Al-Khwarizmi. The Inventor of Algebra, Rosen Central, 2005 (in inglese)

Da vede dinù[mudificà | edità a fonte]