Vai al contenuto

Acer obtusatum

À prupositu di Wikipedia
Acer obtusatum
Acer obtusatum
Classifica scentifica
Regnu Plantae
Divisioni Tracheophyta
Sottudivisioni Spermatophytes
Ordini Sapindales
Famiglia Sapindaceae
Genaru Acer
Nomu binuminali
Acer obtusatum
Heinrich Friedrich, 1822

Acer obtusatum hè una spezia d'arburi chì faci parti di a famiglia di i Sapindaceae.

Discrizzioni[mudificà | edità a fonte]

Acer obtusatum hè una spezia d'arburi appartinendu à a famiglia di i Sapindaceae. Pò aghjunghja un'altezza da 10 à 20 metri ed hà una curona attundata. I casci sò simplici, upposti è ani una forma uvali à ellittica. Misurani da 5 à 10 cm di longu è sò muniti di trè à cinqui lobi pocu fondi. I fiora sò chjuchi è virdicci, ragruppati in gaspi pindenti. I frutti sò samari, misurendu da 2 à 3 cm di longu, incù ali scartati à angulu quatru.

Ripartizioni[mudificà | edità a fonte]

Acer obtusatum hè urighjinariu da u livanti di l'Asia, in particulari di a China, di a Curea è di u Giapponu. Cresci in i furesti di muntagna, à altitudini andendu da 500 à 2000 metri.

Acer obtusatum hè prisenti in Corsica.[1]

Tassunumia[mudificà | edità a fonte]

Acer obtusatum hè statu discrittu par a prima volta in 1861 da u butanistu alimanu Philipp Franz von Siebold. Hè stata classificatu in u genaru Acer, chì cumprendi dinò i chiralbi. Hè calchì volta cunsidaratu com'è una varietà di Acer japonicum, sottu u nomu di Acer japonicum var. obtusatum. Altri sinonimi inchjudini Acer palmatum var. obtusatum è Acer shirasawanum var. obtusatum.

Cunsirvazioni[mudificà | edità a fonte]

Acer obtusatum ùn hè micca cunsidaratu com'è una spezia minacciata. Eppuri, com'è mori arburi di muntagna, hè vulnerevuli à i cambiamenti climatichi è à a disfuristazioni. Misuri di cunsirvazioni sò nicissarii pà pruteghja i pupulazioni salvatichi di 'ssa spezia. Hè ancu cultivatu com'è pianta urnamintali in i giardini è i parchi.

Rifarimenti[mudificà | edità a fonte]

  • Jeanmonod D. & Gamisans J. (2013) Flora Corsica (2 ed), Edisud.

Noti[mudificà | edità a fonte]

  1. Jeanmonod & Gamisans (2013).

Altri prugetti[mudificà | edità a fonte]