Mari Articu

À prupositu di Wikipedia
Andà à: Navigazione, Ricerca
Profilu batimetricu di u Mari Articu

U Mari Articu (o Mare Articu) (abbriviazioni diffusi in u linguaghju cumunu: "Mari Glaciali Articu", "Articu"; "Mari Articu") o Uceanu Glaciali Articu (abbriviazioni cumuni: "Uceanu Articu", "Articu") hè un mari o un uceanu situatu intiriamenti in a rigioni di u Polu Nordu è contrappostu à i mari antartichi di l'emisferu sudu. A litteratura di divulgazioni scentifica hè infatti ambigua: parechji fonti u definiscini un mari,[1][2][3] altri un uceanu. L'Urganisazioni Idrugrafica Internaziunali (massima autorità internaziunali in u duminiu idrugraficu) u cunsidareghja parò un uceanu.[4]

L'ambiguità trà uceanu è mari ùn hà micca solu un valori tupunumasticu ma ancu giugraficu: in casu di mari l'Uceanu Atlanticu hà un'estinsioni maiori in quantu cumprendi ancu u Mari Glaciali Articu.

Tupunumastica[mudificà | edità a fonte]

A dinuminazioni "Mari Glaciali Articu" fù data da Charles Pierre Claret de Fleurieu in u 1797. In u 1845 a Riali Sucità Giugrafica di Londra aduttò a dinuminazioni "Arctic Glacial Ocean" (in corsu "Uceanu Glaciali Articu").[5]

Discrizzioni[mudificà | edità a fonte]

Idrugrafia[mudificà | edità a fonte]

Un iceberg in u Mari Articu

L'uceanu Articu accupa un bacinu apprussimativamenti circulari è si stendi annantu à un'aria di circa 14 090 000 k.

Guasi rinchjusu da a terra ferma è dunqua riintranti trà i mari meditarranii, stu mari hè circundatu da i terri di Auropa, Asia, Nordamerica è Gruinlandia (par un tutali di 45 389 km di linii di costa), è da numarosi isuli. À i so bordi si trovani parechji mari periferichi: Mari di Barents, Mari di Beaufort, Mari di i Ciukci, Mari di Kara, Mari di Laptev, Mari Sibirianu Uriintali, Mari di Lincoln, Mari di Wandel, mari di Gruinlandia, Mari Biancu è u Mari di Nurvegia.

Una dursali sottumarina, a dursali di Lomonosov, dividi u Mari Glaciali Articu in dui bacini: quiddu Euruasiaticu (o di Nansen), chì hè prufondu da 4 000 a 5 450 m, è quiddu Nordamericanu, prufondu circa 4 000 m. A tupugrafia di u fondu uceanicu hè marcata da dursali, pianuri abissali, fossi è bacini.

Carattaristichi di l'acqui[mudificà | edità a fonte]

Cambiamenti in u ghjacciu trà 1990–1999

U maiò flussu di acqua in intrata veni da l'uceanu Atlanticu, grazia à u currenti nurvegesu, chì scorri longu a costa di l'Eurasia. Altra acqua entri da l'uceanu Pacificu à traversu u Strettu di Bering. A maiò parti di l'acqua in isciuta passa à traversu u currenti uriintali di a Gruinlandia. A tampiratura è a salinità varieghjani sicondu i staghjoni, siguendu a furmazioni è u sciuglimentu di i ghjacci. U ghjacciu gallighjeghja nantu à a superficia di l'acqua, incù un spissori mediu di m (incù punti occasiunali di 10 m). A crostula di ghjacciu raddoppia i so probbii diminsioni d'inguernu, inglubendu parti di a terraferma circustanti. L'iceberg si staccani da u cunfini di a banchisa, è navigheghjani pianamenti versu u sudu, sciugliendu si.

Vita marina[mudificà | edità a fonte]

Orsu biancu in u Capu Churchill (Parcu naziunali di Wapusk, Manitoba, Canada)

In u mari glaciali articu sò prisenti spezii à risicu trà i quali l'alefanti marinu è a balena,[6] oltri à altri mammiferi (pinnipedi) è pesci; trà l'invirtibrati hè nota a grandi Medusa criniera di lionu, prisenti in u mondu sopra à u 42º parallelu Nordu.[7]

L'ecusistema hè quantunqua fragili è lentu a ricustituiscia si in seguitu à scunvuglimenti.

A vegetazioni maghjuramenti diffusa hè quidda di u fiturubu, chì improda i nutrienti purtati à u mari da i fiuma è da i currenti pacifichi è uceanichi. L'assenza di luci in u periodu inguirnali è u stratu di ghjacciu prisenti sopra l'acqua rendini difficiuli u sviluppu di i pianti; eppuri d'istati hè pussibuli par i pianti di crescia è effittuà a fotosintesi par periodi più prulungati.[8]

Clima[mudificà | edità a fonte]

U ghjacciu copri a maiò parti di a superficia di u mari par tuttu l'annu, è par via di cunsiquenza i tampiraturi sò sottu à zeru par a maiò parti di u tempu. L'Articu hè una forti surghjenti di aria freta chì si movi versu l'equatori, scuntrendu in u so passaghju aria più calda à i medii latitudini è pruvuchendu piuviti è nivati. A so pusizioni pulariu faci ch'hè l'inguernu hè longu è par a maiò parti in l'oscurità. In 'ssu periodu, u tempu hè fretu stabili è u celi generalamenti pulitu. D'istati, a notti si riduci guasi à zeru, ma a radiazioni sularia maiori ùn faci micca alzà mori i tampiraturi. U tempu hè nibbiosu, incù debuli cicloni chì portani acqua è nevi.

Fusioni di i ghjacci[mudificà | edità a fonte]

Incù l'aumentu di a cuncintrazioni di anidridi carbonica in l'atmusfera terrestra è u finominu cunsiguenti di riscaldamentu glubali sottu forma di effettu serra, a parta da u seculu scorsu è insin'à i ghjorna d'oghji si custatta una fusioni prugrissiva di i ghjacci artichi in vulumu è u so ritiru in estinsioni. Trà u 1979 è u 2006 l'estinsioni di i ghjacci artichi s'hè glubalamenti ridutta di u 25%, mediamenti ogni annu 100 000 k di ghjacciu si sdrughjini è ùn si riformani micca duranti l'inguernu. In u 2009 una squatra di scentifichi imprudendu un mudernu mudeddu climaticu è siguendu unu scenariu di inguinamentu mediu hà stimatu ch'hè trà u 2100 in u mari Articu tutti i ghjacciali sarani fusi.[9][10]

U Polu Nordu soffri di un bucu in l'ozonu simili a quiddu più cunnisciutu di u Polu Sudu, ma più chjucu.

Ecunumia[mudificà | edità a fonte]

I porti principali di stu mari sò i cità russii di Murmansk è Arcangelo in Russia, Churchill in Canada, è Prudhoe Bay in Alaska (USA). A navigazioni spessu hè pussibuli solu d'istati, quandu u ghjacciu lascia libara una parti di l'acqua. Sò à spessu nicissarii navi spiciali rompighjacciu, chì sò capaci di apra si a via in un stratu di ghjacciu gallighjanti, finch'è quistu sii abbastanza suttili. U Passaghju à nordu-punenti (nantu à i costi nordu di u Canada è di l'Alaska) hè statu tiatru di famosi splurazioni.

U Mari Glaciali Articu hè ancu strategicamenti impurtanti, essendu a via più corta trà u Nordamerica è a Russia; esistini stazioni è basi scentifichi in a zona a Ny Alesund in l'isuli Svalbard, Nurvegia.

Noti[mudificà | edità a fonte]

  1. Cfr. u lemma "Articu, Mari Glaciali" annantu à l'anciclupidia Treccani.it.
  2. Cfr. u lemma "Àrticu, Mari Glaciali" annantu à l'anciclupidia Sapè.it.
  3. Cfr. u lemma "Articu (Mari Glaciali)" nantu à a Nova anciclupidia univirsali Rizzoli-Larousse, vol. II, pp. 219-220.
  4. (in inglesu) Urganisazioni Idrugrafica Internaziunali. Limits of oceans and seas. Monti-Carlo: Imp. Monégasque, 1953.
  5. AA.VV., Anciclupidia Motta, Milano, Federico Motta, 1960.
  6. Errore script
  7. (EN) redOrbit.com, Lion's Mane Jellyfish in «Reference library».
  8. (EN) Terry Whiteledge, Physical Nutrients and Primary Productivity in «NOAA ocean explorer - Arctic Expedition 2002». URL consultato il 22 ghjinnaghju 2011.
  9. Artico, ghjacci in priculu "Spariranno da u 2100", Repubblica.it, 15 marzu 2009. URL consultato il 15 marzu 2009.
  10. [http://www.il missaghjeri.it/articulu.php?id=50684&sez=HOME_SCIENZA Ambiente: da u 2010 u mari Glaciali Articu firmarà ogni istati senza iceberg], IlMessaggero.it, 15 marzu 2009. URL consultato il 15 marzu 2009.

Bibliugrafia[mudificà | edità a fonte]

  • Neatby, L. H., Discovery in Russian and Siberian Waters (1973)
  • Ray, L., and Stonehouse, B., eds., The Arctic Ocean (1982)
  • Thoren, Ragnar, Picture Atlas of the Arctic (1969).