Capinera

À prupositu di Wikipedia
Andà à: Navigazione, Ricerca
A capinera
Sylvia atricapilla male 2.jpg
Sylvia atricapilla
Classificazioni scentifica
Regnu Animalia
Divisioni Chordata
Classa Aves
Ordini Passeriformes
Famiglia Sylvia atricapilla
Genaru Sylvia
Nome binuminali
Sylvia atricapilla
Linnaeus, 1753
Sylvia atricapilla no.JPG

A capinera (Sylvia atricapilla) hè un aceddu chì faci parti di a famiglia di i Sylvidae. U so nomu venu da u fattu cà u so capu hè neru. Di fatti, solu u capu di u masciu di a capinera hè neru. U sopra di u capu di a femina di a capinera hè brunu o russicciu. Par u più, u piumamu hè grisgiu. I piulacona s'assumigliani prima à a femina. A capinera hè longa 13 cm. Pesa da 15 à 20 grammi. Pò campà sin'à setti anni. A capinera mangna frutti è baghi, è ancu bruga, moschi, è altri insetti. U nidu hè custruitu in arbusti bassi è ci sò diposti da 3 à 6 ova.

Tassunumia[mudificà | edità a fonte]

L'ova di a capinera

Sò stati discritti i siguenti sottuspezii di capinera:[1]

In Corsica[mudificà | edità a fonte]

I piulacona in u nidu

A capinera hè cumuna in Corsica. A variità prisenti in l'isula hè Sylvia atricapilla pauluccii, chèi si trova dinò in Sardegna, l'isuli Baleari, a Tunisia, l'Italia è a Sicilia.

Citazioni[mudificà | edità a fonte]

A capinera hè stata mintuvata calchì volta in a litteratura è u cantu corsu. Par asempiu:

In a chjosa di li Pera
Tù la senti a capinera !
  • in L'urticellu di Santu Casanova: Dentru una aliva vechja ci era un caravone duva una capinera facia tutti l’anni u so nidu.

Rifarenzi[mudificà | edità a fonte]

  • Della Foata, Paulu Matteiu, 1973, "Poesie Giocose in lingua vernacula della pieve d'Ornano"
  • Thibault, Jean-Claude, Les oiseaux de Corse - L'acelli di Corsica, PNRC, 1983 (in francese)
  • Versini, Saveriu, Parolle di Corsica, 2001, DCL

Liami[mudificà | edità a fonte]

Da veda dinò[mudificà | edità a fonte]

  • Errore nella funzione Cite: Marcatore <ref> non valido; non è stato indicato alcun testo per il marcatore IOC