Ascensione

À prupositu di Wikipedia
Andà à: Navigazione, Ricerca
Giotto, Ascensione di Ghjesù, Cappella di i Scrovegni, in Paduva

L' Ascensione (o Ascinsioni) hè una festa cristiana chì hè celebrata quaranta ghjorni dopu à Pasqua (a Dumenica di Pasqua essendu cuntata). Per quessa, l'Ascensione casca in generale un ghjovi di u mese di maghju. In a tradizione è a fede cristiana, curresponde à l'elevazione in cele di Ghjesù, dopu à a so Resurrezzione. Incù Pasqua è a Pentecosta, l'Ascensione hè una di e più sulennità impurtante di u calendariu ecclesiasticu.

In Corsica[mudificà | edità a fonte]

Parechje credenze pupulare sò assuciate in Corsica incù u ghjornu di l'Ascenzione. Secondu a credenza pupulare, l'acque sùstanu u ghjornu di l'Ascensione. Si dice dinù chì u ghjornu di l'Ascensione, « mancu l’acellu esce da u nidu » è « a ghjallina ùn volta nidicale » (Casanova 1992).

L'erba di l'Ascensione[mudificà | edità a fonte]

L'erba di l'Ascensione rossa

Ci sò dinù dui spezie di piante chì sò cunnisciute in Corsica com'è l' erba di l'Ascensione. Hè di tradizione d'andà à coglie l'erba di l'Ascensione, a mane, prima di u fà di u sole. Si scalza è cusì l'erba di l'Ascensione si ferma incù a so radica. Dopu l'erba di l'Ascensione si mette in casa, à l'ombra, appiccata à u muru, à capu in ghjò. A pianta campa senza nè terra nè acqua, si ridrizza è fiurisce in San Ghjuvanni o à a Trinità. Sicondu a tradizione, s'è l'erba di l'Ascensione si ridrizza è fiurisce in una casa, l'annata serà bona. Hè cunsideratu invece cum'è gattivu s'è l'erba di l'Ascensione ùn fiurisce micca. L'erba di l'Ascensione si cunserva dopu sin'à Sant'Anna, u 26 lugliu. E dui spezie di piante chì sò cunsiderate in Corsica cum'è « erba di l'Ascensione » sò:

L'ovu di l'Ascensione[mudificà | edità a fonte]

Hè di tradizione di mette da cantu u prima ovu chì hè statu fattu u ghjornu di l'Ascensione. Si cunsidereghja ch'ellu hà puteri maravigliosi è magichi. Ùn mezza micca : s'elu si sciappa un annu dopu, si vede ch'ellu hè firmatu seccu è senza odore. S'ellu hè cacciatu fora, salva da e disgrazie è in particulare da e timpestate è da a saietta, è ancu da l'incendii.

Referenze[mudificà | edità a fonte]

Da vede dinù[mudificà | edità a fonte]